La Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori delle scuole professionali (CSD) tasta il polso delle istituzioni europee a Bruxelles in occasione di un seminario organizzato da Swisscore, l’ufficio svizzero di collegamento per i dossier della formazione, della ricerca e dell’innovazione presso l’Unione europea.


Offrendo il proprio sostegno per organizzare questa visita di studio, Movetia ha offerto al comitato della CSD l’opportunità di vedere con i propri occhi come funziona la politica europea e di scoprire le ultime novità nell’ambito della formazione professionale. Il comitato della conferenza ha potuto così conoscere i programmi europei per la cooperazione e la mobilità e lavorare con Movetia sulle possibilità di dar vita ad azioni concrete che permettano di sostenere gli obiettivi della strategia nazionale per gli scambi e la mobilità.

Inoltre, i rappresentanti delle scuole sono stati ricevuti dalla Missione della Svizzera presso l’Unione europea e dagli uffici per l’Occupazione e l’Istruzione della Commissione europea. Una panoramica sulle iniziative in materia di cooperazione, in particolare sullo sviluppo dei «Centres of Vocational Excellence» e sulle ultime tendenze nell’ambito della digitalizzazione, è servita da spunto per riflettere sul coinvolgimento delle scuole professionali svizzere in una strategia comune di internazionalizzazione. Al termine del seminario, i membri presenti e i rappresentanti di Movetia hanno potuto avere uno scambio con il Direttore generale dell’Office pour l’orientation, la formation professionnelle et continue della Repubblica e Cantone di Ginevra sull’importanza di radicare i progetti europei di mobilità nei cicli di formazione duale, soluzione ancora troppo poco diffusa in Svizzera, ma dal potenziale elevato. Questo seminario aperto all’Europa fornisce un nuovo punto di vista e spunti di collaborazione utili per promuovere l’attrattiva della formazione professionale svizzera e lo sviluppo delle scuole in un ambiente globalizzato.