Movetia promuoverà 10 999 soggiorni o tirocini in Europa. La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) ha dato il via libera alla call per il livello terziario, la formazione professionale, l’educazione scolastica e la formazione degli adulti. In media, è stato approvato l’86 per cento delle mobilità richieste. Rispetto alla call 2017, l’aumento delle mobilità è del 5 per cento, i mezzi finanziari disponibili sono aumentati del 8 per cento. 

Dal 2017 Movetia, l’agenzia nazionale che promuove gli scambi e la mobilità, è responsabile dell’assegnazione delle sovvenzioni per i soggiorni di formazione nel quadro del programma svizzero per Erasmus+. Come previsto, a maggio 2018, Movetia ha concluso la sua procedura di approvazione per i progetti di mobilità europea e ha stabilito di concedere 26,9 milioni di franchi svizzeri a favore di soggiorni di formazione o tirocini all’estero, circa 2 milioni di franchi in più rispetto al 2017.

L’educazione scolastica registra l’incremento maggiore
Gli sforzi messi in campo con i programmi di scambio e mobilità per promuovere e dimostrare il valore aggiunto del sistema educativo svizzero hanno dato i loro frutti presso i principali gruppi target: insegnanti, direzioni scolastiche, responsabili per gli scambi delle alte scuole pedagogiche. Il volume di progetti si è infatti triplicato rispetto all’anno precedente, elevando così il numero di mobilità approvate a 263. I progetti di mobilità favoriscono il trasferimento delle conoscenze in Europa e contribuiscono a un miglior radicamento dell’educazione scolastica svizzera nelle reti internazionali.

Forte crescita nella formazione professionale
Nell’ambito della formazione professionale, la crescita supera la soglia del 35 per cento rispetto al 2017, raggiungendo così quota 1 621 mobilità. Proficui gli sforzi profusi in quest’ambito, in particolare attraverso la creazione di network internazionali e la realizzazione di uffici di coordinamento in diversi Cantoni. In futuro, Movetia intende intensificare la collaborazione con le associazioni professionali e le aziende per rinforzare la mobilità nella formazione professionale duale.

Istruzione superiore: stabile il numero di domande
Nell’istruzione superiore, sono 8 999 le mobilità approvate, pari a una diminuzione dell’1 per cento rispetto alle proposte 2017. Si registra un calo della crescita, dovuto all’inasprimento delle condizioni per le nostre scuole universitarie dal momento da quando la Svizzera è stata esclusa dal programma di formazione europeo. I progetti di mobilità che rientrano nel quadro della soluzione svizzera sono organizzati al di fuori di Erasmus+ e disciplinati da accordi bilaterali.

Formazione degli adulti: c’è ancora potenziale di crescita
I mezzi a disposizione della formazione degli adulti restano relativamente deboli, nonostante gli importi siano stati raddoppiati anche per questo settore. Movetia intende intensificare la propria attività di promozione e cercare di coinvolgere nuovi attori nell’ambito della formazione degli adulti. I partner strategici rappresentano un vettore importante per lo sviluppo di questo settore.

Panoramica della call 2018

  • Autorizzati, promossi: tutte le cifre riportate si riferiscono alle candidature e alle autorizzazioni. Il numero di mobilità effettivamente svolte sarà disponibile al più tardi entro tre anni, con la conclusione del progetto. L’esperienza dimostra che le mobilità promosse sono generalmente inferiori del 5-10 per cento rispetto a quelle autorizzate.
  • Outgoing - incoming: nel quadro della soluzione transitoria svizzera per Erasmus+ vengono finanziate le mobilità dalla Svizzera verso l’Europa (outgoing) e, per garantire la necessaria reciprocità in qualità di Stato non associato a Erasmus+, vengono promosse anche le mobilità dall’Europa verso la Svizzera (incoming).