Responsabile del settore Servizi di Movetia fin dall’inizio, Pascal Fivian ha già tanto da raccontare. Nel suo contributo ci parla di quanto siano importanti scambi e mobilità e ci confida le sue aspettative per il futuro. Scoprite inoltre come la sua personale esperienza di scambio lo ha aiutato a comprendere meglio le altre culture.


Sono con Movetia dall’ottobre 2016, in pratica da quando ha mosso i primi passi e finora è stato un periodo emozionante. Nella mia quotidianità lavorativa mi occupo di dirigere e sostenere il mio team nelle classiche funzioni trasversali e cioè amministrazione, finanze, comunicazione, informatica e risorse umane. Come responsabile di settore sono anche a disposizione degli altri settori per rispondere alle loro richieste, tra cui soprattutto questioni relative al personale o di natura giuridica. Ci tengo molto a essere un punto di riferimento per i collaboratori.

L’unione fa la forza

Questo lavoro mi piace molto, anche perché con Movetia c’è sempre qualcosa che bolle in pentola! Al momento stiamo curando l’attuazione di alcuni progetti molto importanti: la digitalizzazione della gestione delle candidature ovvero l’introduzione di un sistema di Customer Relationship Management (CRM), la creazione e l’attuazione della strategia di comunicazione o l’introduzione di un report delle spese sono solo alcuni esempi. E non è l’unico aspetto del mio lavoro che apprezzo: lavorare con collaboratori motivati e competenti aiuta a gettare basi solide per scambi e mobilità.

Contatti sociali grazie a scambi e mobilità

Scambi e mobilità giocano un ruolo importante: promuovono i contatti sociali e la comprensione reciproca tra le regioni linguistiche svizzere. Personalmente non ritengo sia così scontato che la Svizzera con le sue quattro regioni linguistiche costituisca un’unità nazionale e penso inoltre che anche la mobilità internazionale sia una componente importante per lo sviluppo economico della Svizzera nel contesto globale.

Cambiare punto di prospettiva

Le mie esperienze di scambio mi tornano utili ancora oggi. Germanofono, sono cresciuto in un distretto franconfono del Cantone di Friburgo, quindi già da piccolo ero a contatto con una lingua diversa dalla mia. Più tardi, durante il liceo ho trascorso un anno di scambio negli Stati Uniti, nello stato federale dell’Indiana. Esperienza questa, che mi ha insegnato a cambiare continuamente prospettiva. Durante il mio soggiorno negli Stati Uniti è scoppiata la prima guerra del Golfo, un evento che mi ha segnato molto e che oggi mi aiuta a comprendere meglio gli Stati Uniti.

Le mie aspettative per il futuro

Vorrei che le persone in formazione delle professioni artigianali partecipassero di più a progetti di scambio e mobilità. Sono infatti convinto che un soggiorno in un’altra regione linguistica renda più interessante la formazione professionale di base e a questo scopo è necessario lavorare per migliorare le condizioni quadro.

Questo contributo è parte della Serie Movetia dove i collaboratori si presentano e ci parlano del loro lavoro. Di questa serie sono già stati pubblicati i contributi di Nils JägerLaurin Reding e Charlotte-Sophie Joye