Il programma di scambio EchangeChœurs permette l’incontro di cori giovanili e di bambini oltre le barriere linguistiche. Vengono promossi i progetti di scambio tra cori in Svizzera, ai quali partecipano bambini e giovani fino a un’età di 25 anni.

Il contesto del coro è particolarmente idoneo per uno scambio linguistico e culturale, poiché nel canto corale lingua e musica si uniscono per dar vita a una forma d’arte. Grazie a un programma e a un concerto collettivo, elaborati assieme, i bambini e i giovani partecipanti non solo possono applicare le loro conoscenze linguistiche, bensì imparano a conoscere anche un altro coro e il suo profilo musicale. L’espressione comune di emozioni musicali unisce i partecipanti.

Collaborano al progetto EchangeChœurs la Fondazione Sophie e Karl Binding, l’Associazione Svizzera per la Promozione di Cori giovanili e di bambini e l’agenzia nazionale Movetia per la promozione di scambi e mobilità. La Fondazione Binding provvede al finanziamento e mette a disposizione la direzione di progetto, l’Associazione Svizzera per la Promozione di Cori giovanili e di bambini offre la propria rete di contatti nell’ambito dei cori giovanili, mentre Movetia è il primo interlocutore per la messa in contatto e l’abbinamento dei cori, e si occupa della prima verifica delle richieste. 

Criteri d’ammissione

Hanno diritto a ricevere sostegno i cori disposti a svolgere un concerto assieme a un altro coro proveniente da una diversa regione linguistica svizzera.

Vengono presi in considerazione anche progetti di coro o cori, in cui giovani provenienti da diverse regioni linguistiche svizzere cantano assieme, ossia dove avviene uno scambio all’interno del coro stesso o di uno specifico progetto. In tal caso, almeno un quarto dei partecipanti deve provenire da una differente regione linguistica.

Occorre osservare in prima linea i criteri d’ammissione indicati di seguito.

  • Età dei partecipanti: fino a 25 anni
  • Periodo: vengono finanziati unicamente progetti di scambio previsti per il futuro (nessun finanziamento retroattivo)
  • Concerto: almeno un concerto collettivo. Sono possibili anche varie repliche del medesimo concerto.
  • Programma: almeno un brano cantato in una lingua nazionale, meglio ancora canzoni in due lingue nazionali

Inoltre, occorre rispondere anche alle altre domande riportate sul modulo online per la richiesta di finanziamento.