La direttrice o il direttore di un coro giovanile o di bambini interessato a uno scambio, registra il coro sulla piattaforma di scambio. Se si è iscritto un altro coro, proveniente da una diversa regione linguistica e che potrebbe coincidere dal punto di vista dell’età dei partecipanti, delle dimensioni e dell’idea di progetto (ossia del concetto artistico portato avanti dal direttore / dalla direttrice del coro) ecc., Movetia propone tale coro quale partner per lo scambio. 

Quando due cori si sono trovati, pianificano un concerto collettivo, elaborando assieme il programma e tutte le fasi organizzative necessarie per realizzare un evento di questo tipo. Successivamente, inoltrano una richiesta di finanziamento per l’onere supplementare generato dal progetto di scambio, in particolare per gli spostamenti, i pernottamenti (qualora i partecipanti o alcuni di essi non possano essere ospitati presso una famiglia), il concerto collettivo (p. es. l’affitto della sala concerti, misure pubblicitarie in loco ecc.). A tale scopo occorre compilare un ulteriore modulo web. Inoltre, è possibile fare domanda di assistenza per gli oneri organizzativi della direzione del coro in relazione alla pianificazione e alla preparazione.

Movetia esamina la richiesta dal punto di vista formale, mentre la Fondazione Sophie e Karl Binding analizza il profilo del contenuto, d’intesa con l’Associazione Svizzera per la Promozione di Cori giovanili e di bambini. L’esame di una richiesta dura al massimo due mesi. Se la richiesta viene approvata, sia il coro ospite che il coro ospitante ricevono un contributo finanziario per il progetto. Più tardi sarà possibile svolgere una seconda visita, invertendo i ruoli, ossia: il coro ospite diventa coro ospitante e viceversa. 

Al termine del progetto è prevista la redazione di un breve rapporto conclusivo, in cui si illustra come è stato impiegato il finanziamento ricevuto. 

Documenti con suggerimenti sull'organizzazione e alcune frasi utili (italiano-tedesco e italiano-francese) sono a disposizione degli organizzatori.

Diffusione

Per garantire la visibilità del programma, le pubblicazioni riguardanti il progetto devono fare riferimento al sostegno offerto da Movetia e de la Fondazione Binding, riportandone anche i loghi (MovetiaFondazione BindingEchangeChoeurs)