Movetia propone regolarmente nuove offerte d’incontri tematici dedicati agli insegnanti e alle loro classi o nuove forme di scambio a livello nazionale. Questi progetti concretizzano idee innovatrici e preparano il futuro degli scambi e della mobilità in Svizzera. Movetia si associa con istituti partner come musei, università e scuole universitarie o con attori cantonali attivi nell’ambito degli scambi.

La lingua come strumento per raggiungere obiettivi comuni

Scopo di questi programmi è dare la possibilità agli allievi di praticare la lingua studiata all’interno di un contesto concreto. La lingua diventa così uno strumento utile per svolgere attività ed esperimenti e gli allievi hanno un riscontro immediato dei progressi raggiunti.

Inoltre, gli insegnanti beneficiano di un aiuto per organizzare lo scambio. La maggior parte degli incontri tematici è pianificata in anticipo dagli istituti organizzatori partner di Movetia.

Chi può partecipare?

Alcuni programmi sono aperti a tutti i livelli scolastici (elementare, secondario I e II – scuole di maturità liceale, scuole specializzate, scuole professionali), mentre altri sono dedicati solo ad alcuni livelli. Per maggiori informazioni, consultate i programmi attualmente in corso:

  • Echange&science: laboratori scientifici bilingue, in collaborazione con l’EPFL.

Come inoltrare una domanda di sovvenzione?

I processi sono definiti in base al programma. Di norma, tutti i programmi richiedono la presenza di almeno due partner di scambio. La piattaforma per la ricerca di partner match&move è uno strumento utile per gli insegnanti che intendono organizzare un progetto ma che non dispongono ancora di un partner di scambio.

Gli scambi sono sovvenzionati con importi forfettari.

Cosa fa Movetia?

Movetia offre ai docenti e/o agli allievi la propria consulenza per organizzare i progetti. Se siete interessati a partecipare a uno di questi programmi, leggete le raccomandazioni e le informazioni concernenti la procedura d’iscrizione sulle Movetia pagine dedicate (lista sulla colonna a destra), che contengono anche documenti utili per preparare lo scambio, liste di attività, espressioni correnti in francese, tedesco e italiano, oltre a esempi di buone pratiche.