Soggiorni in tutto il mondo: gli istituti di formazione professionale possono preparare le proprie persone in formazione o che hanno terminato la propria formazione, i responsabili della formazione professionale o i propri docenti per una vita lavorativa a carattere internazionale. I partecipanti alle mobilità imparano a conoscere la cultura lavorativa e formativa di altri paesi e, superando le differenze culturali, gettano le basi per una cooperazione di successo. Oltre alle abilità linguistiche e alla capacità legate ai progetti, possono espandere le proprie conoscenze del paese di destinazione. Nascono così relazioni stabili tra persone in formazione svizzere e datori di lavoro esteri. Lo strumento ideale per accedere a future collaborazioni lavorative!

Innovazione e valore aggiunto per il sistema formativo svizzero al centro dell'attenzione

Nell'ambito del programma pilota internazionale, gli istituti di formazione professionale hanno l'opportunità di sviluppare le loro reti e la cooperazione al di fuori delle frontiere europee, creando così un ambiente di lavoro dinamico. Questo programma sostiene quindi progetti pilota che mirano a creare relazioni durature con l'estero e che mettono l’accento sui due elementi seguenti:

Innovazione: il progetto è innovativo per quanto riguarda il contenuto il tema, la pianificazione o i suoi effetti o la diffusione dei risultati Può anche proporre nuove caratteristiche in termini di forma del progetto, di partnership, di struttura, ecc.

Il valore aggiunto per il sistema educativo svizzero: il progetto fa parte del sistema educativo svizzero e ne consente lo sviluppo. Ad esempio, promuovendo lo scambio e l'integrazione di diverse regioni linguistiche nazionali o generando modelli riproducibili in altre istituzioni.

A chi si rivolge il programma?

  • Persone in formazione: possono svolgere degli stage professionali o determinati lavori progettuali ben definiti presso un’azienda o una scuola ospitante estere.
  • Giovani al termine della formazione: possono effettuare uno stage professionale entro un anno dal termine della loro formazione professionale.
  • Responsabili della formazione professionale e docenti: possono svolgere uno scambio sul tema della formazione e della formazione continua, networking, sviluppo di progetti o job shadowing. 

Chi può presentare un progetto?

Movetia può finanziare scuole professionali, associazioni professionali, uffici di formazione professionale, imprese e altre istituzioni svizzeri attive nella formazione professionale (pubbliche o private). Gli istituzioni possono candidarsi singolarmente o riuniti in un consorzio. Le singole persone non possono presentare domanda.

Quali sono le direttive?

A partire dal 2019 si applicherà una procedura di candidatura in due fasi. I candidati devono presentare una bozza del progetto entro il 31 gennaio 2019. Riceverete la nostra decisione all'inizio di marzo. Se la decisione è positiva, è possibile presentare una domanda fino al 31 maggio 2019.

Quali sono le scadenze importanti?

  • Il termine per la presentazione della bozza del progetto è il 31 gennaio 2019.
  • In caso di decisione positiva, la domanda può essere presentata entro il 31 maggio 2019.
  • L'inizio del progetto è previsto per il 1° settembre 2019 e può durare uno o due anni.

Qual è il sostegno offerto da Movetia?

Sostegno finanziario: Movetia copre al massimo il 60% dei costi di progetto con un limite di copertura di CHF 50 000 per anno. Il progetto non deve aver già ricevuto sovvenzioni Erasmus+. La concessione della sovvenzione è subordinata alla sottoscrizione di un accordo tra gli istituti coinvolti (scuole/aziende/altro).

Consulenza: Movetia affianca e sostiene gli istituti dall’ideazione alla conclusione del progetto.