I programmi intensivi internazionali sono dei brevi cicli di studio —organizzati in collaborazione da almeno due istituti d’insegnamento superiore. Studenti e docenti delle scuole universitarie svizzere e delle scuole specializzate superiori possono così sperimentare offerte formative innovative, multidisciplinari, extraeuropee, grazie a scambi di breve durata.

I programmi intensivi (PI) permettono agli istituti di istruzione superiore svizzeri di stabilire contatti in tutto il mondo, di testare le prime esperienze di cooperazione e di mobilità con nuovi partner e di rafforzare e continuare a sviluppare i partenariati esistenti. Dal successo dei cicli di studio brevi possono nascere partenariati stabili tra istituti, anche dal punto di vista della mobilità a fini di studio.

I PI traggono forza dalla collaborazione tra gruppi internazionali. Studenti, docenti e personale degli istituti di istruzione superiore possono accedere a condizioni di studio e insegnamento particolari che le singole istituzioni da sole difficilmente potrebbero offrire. Gli studenti approfittano di nuovi approcci di studio, mentre i docenti hanno la possibilità di scambiarsi informazioni sui propri ambiti di studio, di arricchire il proprio curriculum e di testare metodi d’insegnamento innovativi con classi internazionali.

Quali criteri deve soddisfare un progetto?

Il progetto deve generare un valore aggiunto per il proprio istituto e per il sistema formativo svizzero in generale, oltre ad essere in linea con le strategie d’internazionalizzazione degli istituti partecipanti. Il programma deve essere innovativo, bilanciato e con contenuti all’avanguardia l’offerta formativa, per esempio o la metodica, l’accesso alle informazioni, lo sviluppo delle competenze, l’interdisciplinarità. Il programma PI deve svolgersi in Svizzera o in un paese che partecipa al PI.

Chi può partecipare?

I programmi intensivi sono sviluppati da un istituto di istruzione superiore e da almeno un istituto o un’organizzazione extraeuropea. Il consorzio definisce le norme di partecipazione per docenti e studenti (requisiti, candidature, scadenze) e si occupa della selezione dei candidati

Che direttive bisogna rispettare?

A partire dal bando 2019 verrà applicata una procedura di candidatura in due fasi. I candidati interessati dovranno presentare una bozza del progetto entro il 31 gennaio 2019. L’esito della valutazione sarà comunicato a inizio marzo. In caso di decisione positiva, una candidatura completa dovrà essere inoltrata entro il 31 maggio 2019.

  • Termine d’inoltro per la bozza: 31 gennaio 2019
  • Termine d’inoltro per la candidatura completa: 31 maggio 2019
  • Inizio del progetto: 1º settembre 2019. 

Le candidature devono essere inviate direttamente all’agenzia nazionale Movetia. Si raccomanda inoltre di presentare il progetto anche all’ufficio relazioni internazionali (IRO) della proprio istituto.

Che cosa offre Movetia?

  • Sostegno finanziario: Movetia copre al massimo il 60% dei costi di un progetto, fino a un massimo di CHF 50'000 per anno. Il progetto non può ricevere parallelamente sovvenzioni Erasmus+.
  • ConsulenzaMovetia affianca e consiglia gli istituti dalla concezione alla conclusione del progetto.