Quali scuole possono partecipare?

L’offerta si rivolge alle scuole svizzere del livello secondario II (scuole medie superiori, scuole professionali e scuole di maturità professionale). Su richiesta, può essere estesa anche a scuole di altri livelli scolastici.

Paesi partner e d’origine

Il programma di assistenza linguistica si svolge in maniera bilaterale con la Germania, la Francia, la Gran Bretagna e l’Austria. In maniera unilaterale inoltre, Movetia colloca anche assistenti linguistici di lingua madre italiana e spagnola.

Spese di collocamento

Le spese sostenute per il collocamento (v. modulo d’iscrizione (FR)) saranno fatturate a collocamento avvenuto.


Profilo dei candidati

Possono partecipare al programma le persone che soddisfano i criteri elencati di seguito.

  • Lingua madre
    I candidati sono di lingua madre tedesca, inglese, francese, italiana o spagnola o possiedono un livello equivalente.
  • Studi universitari
    Almeno quattro semestri o formazione completa in uno dei seguenti indirizzi:
  1. Lingua tedesca, inglese, francese, italiana o spagnola e letteratura;
  2. Tedesco (DaF), inglese (EFL), francese (FLE), italiano o spagnolo come lingua straniera;
  3. Ulteriori indirizzi di studio, preferibilmente con lingua tedesca, inglese, francese, italiana o spagnola come materia secondaria;
  4. Cicli di studio pedagogici presso un’università, un’alta scuola pedagogica o una scuola universitaria professionale.
  • Livello di conoscenza delle lingue della regione linguistica ospitante
    In base alla regione linguistica svizzera ospitante, i candidati devono avere una conoscenza dimostrabile o attestabile del tedesco o del francese pari al livello A2 (Quadro comune di riferimento QCR) oppure poter rendere credibile che saprebbero muoversi autonomamente in Svizzera.
  • Ulteriori criteri di ammissione
    Sono inoltre richiesti una buona cultura generale, buona pronuncia della lingua madre, conoscenze in ambito pedagogico e capacità di lavorare in maniera autonoma con mezze classi o gruppi.

  • Limiti d’età
    Di norma i partecipanti hanno un’età compresa tra 21 e 30 anni. Per i candidati dalla Gran Bretagna e dalla Francia la fascia d’età ammessa varia tra 20 e 35 anni. In determinati casi (p.es. motivi familiari o seconda formazione) possono essere ammesse delle deroghe. Il principio guida è che la partecipazione al programma conservi le caratteristiche di uno stage professionale. Per garantire un’adeguata vicinanza al mondo vitale degli allievi, è necessario che la differenza d’età tra allievi e assistenti linguistici non sia troppo elevata.

Procedura di selezione

Le organizzazioni partner estere esaminano i dossier presentati e effettuano così una prima selezione. Questo vale per le candidature dalla Gran Bretagna, Francia, Germania e Austria. La seconda fase prevede una discussione delle candidature con Movetia. L’esame delle candidature da parte di Movetia tiene conto, ove possibile, delle richieste formulate dalle scuole ospitanti.

Se necessario, o su disposizione dell’organizzazione partner, Movetia accetta anche candidature dirette provenienti da paesi partner. I candidati presi in considerazione in questo modo sono invitati da Movetia a sostenere un colloquio telefonico o un’intervista Skype. La scelta finale spetta alla direzione scolastica della scuola ospitante. Ulteriori dettagli relativi al processo di collocamento sono descritti nel «Factsheet per il processo di collocamento» (FR).

Scuole ospitanti e compiti

Gli assistenti linguistici sono prevalentemente collocati presso licei e scuole professionali del livello secondario II (scuole medie superiori, scuole di maturità professionale; allievi di età compresa tra 15 e 20 anni). Su richiesta, l’offerta può essere estesa anche a scuole di altri livelli scolastici.

Più scuole ospitanti — ma non più di tre — possono offrire anche congiuntamente un posto di assistenza linguistica. Le autorità scolastiche e gli assistenti linguistici sottoscrivono un accordo o un contratto per disciplinare diritti e doveri reciproci. Le autorità scolastiche designano un mentore responsabile con il compito di fornire all’assistente linguistico l’aiuto professionale e personale necessario. 

Durata, tempo di lavoro e salario

L’impiego dura generalmente 10 mesi (dal 1° settembre al 30 giugno). Spesso, nella Svizzera tedesca le scuole assumono gli assistenti per l’intero anno scolastico (da metà agosto a metà luglio). L’attività d’insegnamento settimanale è di 12 ore alla settimana (16 lezioni di 45 minuti).

Il salario lordo minimo mensile, ovvero l’importo al lordo di tutte le detrazioni, ammonta a CHF 3200.- (netto: circa CHF 2550.-). L’importo è orientato al fabbisogno di una singola persona.

Gli importi indicati sono indicativi. Il numero esatto di ore e il salario sono preventivamente discussi e disciplinati nel contratto concluso tra il Cantone o la scuola e gli assistenti linguistici.

Residenza dell’assistente linguistico

In linea di massima la ricerca dell’alloggio e le relative spese sono a carico degli assistenti linguistici.

Gli assistenti linguistici sono tenuti a risiedere in Svizzera, preferibilmente nel Cantone in cui si trova la scuola e in una località vicina al posto di lavoro. Sono anche ammesse deroghe all’obbligo di residenza per obblighi familiari o altri giustificati motivi.

Seminari e questionario

Poco prima o all’inizio del loro soggiorno gli assistenti linguistici assistono a un seminario introduttivo sulla vita in Svizzera e sull’attività di assistentato. La data di svolgimento del seminario viene fissata in base all’inizio dell’anno scolastico dei Cantoni con il maggior numero di assistenti linguistici. Le autorità scolastiche sono invitate a informare tempestivamente i propri futuri assistenti linguistici della data di svolgimento del seminario per permetterli di pianificare adeguatamente la loro data d’arrivo.

Al termine dell’assistentato, i partecipanti sono invitati a partecipare a un sondaggio. I risultati serviranno per un controllo di qualità e a migliorare l’offerta.

Tappe fondamentali del processo di collocamento

  1. Consulenza: le scuole che per la prima volta pensano di assumere un assistente linguistico possono rivolgersi a Movetia per una consulenza. Possono così essere chiariti i particolari.
  2. Iscrizione: la richiesta di collocamento di un assistente linguistico (rilevazione del fabbisogno) - o il prolungamento di un’assunzione già esistente - avviene tramite modulo d’iscrizione o per mail.
  3. Selezione delle candidature: il reclutamento si svolge principalmente tramite moduli di candidatura standard in collaborazione con le organizzazioni partner del paese di origine. La prima valutazione e selezione delle candidature avviene già nel paese d’origine. Se possibile, i responsabili di programma delle organizzazioni partner svolgono dei propri colloqui. Nella maggior parte dei casi invece i colloqui vengono svolti da autorità decentralizzate (p.es università).
  4. Collocazione – di concerto con l’organizzazione partner: Movetia riceve un numero definito di candidature selezionate dalle organizzazioni partner. La quantità varia in funzione del fabbisogno dalle scuole svizzere ospitanti determinato prima. La successiva assegnazione degli assistenti linguistici presso le scuole svizzere ospitanti avviene sulla base del profilo indicato dalle scuole nel modello d’iscrizione (rilevazione del fabbisogno). Di norma, le scuole ospitanti svizzere ricevono un solo dossier di candidatura. Non si possono mettere a disposizione più di un dossier per ogni posto di assistentato. La possibilità, in caso di necessità, di poter presentare un dossier alternativo dipende dal numero delle candidature di cui dispongono le organizzazioni partner.

Collocazione – candidatura diretta presso Movetia

v. procedura di selezione. Per gli assistentati di lingua spagnola e italiana Movetia propone alle scuole più dossier. 

Maggiori informazioni

Maggiori dettagli inerenti il processo di collocazione e l’assunzione sono riportati nella lista di controllo «Procedura e raccomandazioni» e nel «Factsheet per il processo di collocazione».