Incontrare coetanei di altre culture e regioni linguistiche fuori dai confini europei. Ecco l’opportunità offerta dai partenariati scolastici internazionali. Una novità a disposizione degli allievi delle scuole svizzere. Per vivere esperienze in tutto il mondo e condividerle in classe, lavorando insieme a un progetto comune con coetanei di un altro paese e incontrarsi anche dal vivo insieme ai propri insegnanti.

Partenariati scolastici internazionali per scuole connesse a livello mondiale

I partenariati scolastici internazionali consentono ai giovani di vivere le prime esperienze di collaborazione interculturale. Esperienze che diventano sempre più importanti per il proprio percorso formativo e professionale. Con il programma per il sostegno dei partenariati scolastici internazionali si promuovono progetti finalizzati a instaurare solide relazioni tra scuole svizzere ed estere, perché gli istituti con buoni contatti a livello internazionale sono aperti a nuovi approcci pedagogici e creano ambienti di lavoro dinamici!

Quali sono i progetti sovvenzionati?

Oltre alla normale attività d’insegnamento, durante l’intero anno scolastico le scuole partner sviluppano un progetto comune (lavoro in team con argomenti, procedure e obiettivi prestabiliti). Gli allievi sfruttano piattaforme internet o social network per comunicare tra di loro e incontrarsi anche dal vivo insieme ai propri insegnanti. Con questo tipo di partenariato è possibile inoltre promuovere anche soggiorni individuali di lungo periodo presso la scuola partner.

Le scuole partner devono provenire da un paese che non aderisce ancora ai programmi dell’Unione europea (UE) in materia di educazione, formazione professionale e gioventù. 

Chi può può presentare un progetto?

Sono ammesse tutte le classi svizzere della scuola primaria, dei livelli secondari I e II (scuole di maturità e di formazione generale).

Le domande di sovvenzione possono essere presentate sia dai direttori scolastici sia dai docenti.

Come funziona il processo di candidatura?

Dal 2019 è stata introdotta una procedura di candidatura in due fasi. Nella prima fase, i candidati presentano una bozza del loro progetto. Ricevono quindi una decisione in merito all'accettazione o meno del loro progetto. In caso di decisione positiva, essi possono, in una seconda fase, presentare una domanda estesa.

Qual è il sostegno offerto da Movetia?

  • Sostegno finanziario: Movetia copre un importo annuale massimo di 50 000 franchi e il 60 percento dei costi totali. Il progetto non deve aver ricevuto sovvenzioni Erasmus+.
  • Consulenza: Movetia affianca e consiglia gli istituti dalla concezione alla conclusione del progetto, senza tralasciare la candidatura.