Quali sono i progetti sovvenzionati?

Criteri di ammissibilità da rispettare:

Criteri formali

  • Accordo scritto tra le due scuole (esempio).
  • Minimo due istituti partner (1 svizzero e 1 estero), massimo 4.
  • Incontro tra gruppi di allievi. Possibilità: scambi individuali tra allievi (a partire da 14 anni) nell’ambito del progetto, con durata compresa tra 2 e 12 mesi.
  • Durata complessiva del progetto: tra 1 e 2 anni.

Criteri attinenti al contenuto

Argomento di progetto innovativo e in linea con gli obiettivi della politica svizzera in materia di formazione:

  • Digitalizzazione (integrazione di tecnologie dell’informazione in ambito scolastico)
  • Lingue (plurilinguismo, identità, cultura)
  • MINT (contrasto alla carenza di manodopera)
  • Sviluppo sostenibile (educazione politica e ambientale)
  • Migrazione, globalizzazione
  • Arti
  • Competenze trasversali (personali, sociali e metodologiche)
  • Ecc.

Partenariati reciproci per stabilire una collaborazione a lungo termine.

  • Lavoro di progetto collaborativo: gli allievi partecipano attivamente all’allestimento e alla realizzazione del progetto.
  • Gli argomenti e gli scopi del progetto sono formulati in maniera chiara e concreta.
  • L’attuazione del progetto e delle sue attività è formulata in maniera chiara e concreta

L’impatto del progetto sui partecipanti è formulato in maniera chiara e concreta.

  • Il programma per documentare e valutare i risultati di progetto è formulato in maniera chiara e concreta.
  • Scambi individuali: i partecipanti sono preparati e seguiti da insegnanti della propria scuola e della scuola partner.

Un incontro di scambio è soprattutto un evento pedagogico. Pertanto, i progetti che prevedono un numero elevato di uscite turistiche non sono finanziati. Dal programma degli incontri deve emergere chiaramente il legame tra le attività e l’argomento scelto. Quest’ultimo, inoltre, dovrà essere ampiamente descritto nel modulo di candidatura. Il documento «Condizioni generali» definisce nel dettaglio il quadro del programma. 

Svolgimento

Trovare un partner
Vi consigliamo di iniziare la ricerca dei potenziali partner all’interno della vostra rete di contatti. Magari un collega ha già organizzato uno scambio o un conoscente può mettervi in contatto con un insegnante di un altro paese. La lista dei siti e delle piattaforme dedicate agli scambi scolastici include anche i siti per la ricerca di partner.

Le seguenti piattaforme e istituzioni possono rivelarsi utili nella ricerca di una scuola partner:

Presentare una richiesta di sovvenzione
Una volta trovato il partner e organizzato il partenariato, potete presentare una domanda di sovvenzione per il vostro progetto compilando il modulo online.

A partire dal 2019 si applicherà un nuovo procedimento di candidatura in due fasi. I richiedenti devono presentare una bozza del progetto entro il 31 gennaio 2019. La decisione sulla qualificazione sarà presa entro l’inizio di marzo. Se la decisione è positiva, possono presentare la candidatura completa entro il 31 maggio 2019.

È sufficiente una sola iscrizione per progetto di scambio, non serve che il partner presenti a sua volta una richiesta di sovvenzione. 

Ricevere la sovvenzione
Approvato il progetto, si definisce l’importo della sovvenzione. Il calcolo si basa sulle informazioni fornite con la candidatura. 80% dell’importo versato ad agosto, con l’inizio del progetto; il restante 20% solo dopo l’invio e il controllo da parte di Movetia del rapporto finale sullo scambio.

Quali aspetti del progetto sono sovvenzionati?

Importo delle sovvenzioni
La sovvenzione dei partenariati scolastici internazionali si basa su importi forfettari. Il programma sovvenziona le spese di viaggio per gli allievi, il loro insegnante e un accompagnatore. La concessione della sovvenzione presuppone l’esistenza di un contratto scritto tra gli istituti partner. Movetia mette a vostra disposizione uno schema di accordo di partenariato scolastico, (in inglese). 

Le sovvenzioni coprono al massimo il 60% dei costi di progetto. I seguenti contributi personali possono essere inclusi nel budget: spese per il personale, infrastrutture, spese di soggiorno nelle famiglie d’accoglienza, spese per spostamenti supplementari, incontri, incontri preparatori ecc.).