Erasmus+ è il programma per la formazione, la gioventù e lo sport dell’Unione Europea, riconosciuto in tutto il mondo come uno dei maggiori strumenti per la promozione dei soggiorni all’estero e la collaborazione istituzionale.

Programma svizzero per Erasmus+

Erasmus+ è il programma per la formazione, la gioventù e lo sport dell’Unione Europea, riconosciuto in tutto il mondo come uno dei maggiori strumenti per la promozione dei soggiorni all’estero e la collaborazione istituzionale. Nato nel 1987 come programma di mobilità per studenti, con il tempo è cresciuto arricchendo la vita di oltre cinque milioni di partecipanti, senza considerare l’impatto indiretto che ha avuto su molte altre persone. Scambi, mobilità e cooperazione consentono di vivere esperienze che lasciano il segno. Erasmus+ trasmette ai partecipanti le competenze necessarie per vivere una vita piena e indipendente, li sostiene nella ricerca di un posto all’interno della nostra società e sviluppa in loro un sentimento d’identità europeo a integrazione della nostra identità nazionale, regionale e locale. Le esperienze internazionali vissute dai partecipanti e la collaborazione istituzionale sono anche un vantaggio per la piazza formativa e la concorrenzialità svizzera.

Dal 2014 la Svizzera non gode più dello status di paese aderente al programma ma è un paese partner. Pertanto il Consiglio federale ha deciso di adottare una soluzione transitoria, finanziata con fondi svizzeri, per continuare a garantire la partecipazione degli istituti svizzeri alle attività di cooperazione e mobilità insieme con i paesi aderenti al programma Erasmus+. Con questo provvedimento è possibile dare alle persone e alle istituzioni svizzere la possibilità di partecipare al programma (outgoing). Per assicurare la reciprocità, inoltre, sono previste anche dei finanziamenti per agevolare il soggiorno in Svizzera di persone e istituzioni europee (incoming).

Livelli di formazione

In principio ERASMUS, spesso indicato come «programma di scambio per studenti», era limitato unicamente agli studenti delle scuole universitarie. Oggi però la situazione è differente: dal 2014 il nuovo programma Erasmus+ prevede offerte destinate ai vari livelli di formazione della scuola dell’obbligo, della formazione professionale, del livello terziario, della formazione degli adulti e per il settore delle attività extrascolastiche. 

Mobilità e cooperazioni

Il programma Erasmus+ comprende progetti di mobilità e cooperazione per tutti i livelli di formazione e le attività giovanili extrascolastiche.

Per la promozione della mobilità ai fini di apprendimento sono previste forme di sostegno per soggiorni di studio, insegnamento, tirocinio ed esperienze lavorative, attività di volontariato o scambio di gruppi di giovani all’interno di paesi europei e, a volte, in regioni immediatamente confinanti.

Le cooperazioni focalizzano i partenariati strategici e promuovono la collaborazione internazionale tra istituti d’istruzione, autorità, partner sociali e organizzazioni attive nel settore della gioventù in Europa.

Le informazioni dettagliate sulle condizioni di partecipazione sono riportate nella lista dei link. 

34 Stati europei coinvolti

Al momento sono 34 i paesi aderenti al programma Erasmus+: tutti i 27 Stati membri della UE, Gran Bretagna, gli Stati AELS Norvegia, l’Islanda, Liechtenstein e i tre paesi candidati ufficiali Turchia, Macedonia del Nord e Serbia.

Dal 2014 la Svizzera non è più classificata come paese aderente al programma, bensì come paese partner.

Potrebbe interessare anche a voi

Bando straordinario Erasmus+ per progetti incentrati su digitalizzazione e creatività

La Commissione UE ha emanato un ulteriore bando per i partenariati strategici (KA2). Vi possono partecipare anche gli istituti della Svizzera: fino al 12 novembre si possono presentare a Movetia domande per progetti di cooperazione in materia di digitalizzazione e creatività. Con questo bando straordinario, la…

Tour d’horizon – buona pratica scolastica itinerante

Dopo il successo riscosso dal convegno del 4 dicembre 2019 nel quadro dell’iniziativa «Oser l’échange», Movetia e profilQ danno avvio al «Tour d’horizon 20/21 – buona pratica scolastica itinerante». In sei regioni della Svizzera, fino alla fine del 2021 presenteremo modelli di pratica innovativi.

70’000 membri per la community EPALE!

Conoscete EPALE, la piattaforma europea per l’apprendimento degli adulti? Collaborativa e multilingue essa raccoglie oltre 70’000 professionisti dell’apprendimento degli adulti in Europa.

Cooperazione internazionale nell’istruzione superiore - Progettare gli spazi scolastici di domani

La progettazione degli spazi di apprendimento e dei locali scolastici è una vera sfida per la scuola di domani. In questo contesto, grazie alla collaborazione con tre paesi europei, l’Alta Scuola Pedagogica della Scuola universitaria professionale della Svizzera nordoccidentale (PH FHNW) ha potuto sviluppare il progetto PULS+, che permette di mettere in comune le conoscenze sull'architettura e l'organizzazione del territorio con concetti e progetti didattici. Ulrich Kirchgässner, responsabile di progetto della…