Promuovere lo sviluppo della qualità nell’animazione giovanile svizzera grazie al networking e agli scambi tra professionisti del settore provenienti da vari paesi.

Cosa sono i progetti di mobilità per operatori giovanili?

Si tratta di opportunità di networking internazionali o di seminari destinati agli operatori giovanili. Sono organizzati da istituzioni e persone attive nel settore dell’animazione giovanile in collaborazione con partner di altri paesi per promuovere lo sviluppo qualitativo dell’animazione giovanile extrascolastica. Questo tipo di progetti di mobilità si rivolge esclusivamente ai partecipanti che lavorano regolarmente con i giovani a titolo professionale o volontario.

Possibili progetti di mobilità:

  • Training: migliorano le competenze degli operatori giovanili e contribuiscono al miglioramento della qualità dell’animazione giovanile.
  • Seminari di contatto: permettono ai partecipanti di sviluppare nuove idee di progetto.
  • Seminari: si basano su contributi teorici e offrono ai partecipanti una piattaforma di discussione su temi importanti per l’animazione giovanile.
  • Viaggi di studio: consentono ai partecipanti — grazie a un programma di studio tematico — di osservare come si svolge l’animazione giovanile in un altro paese, visitando diverse organizzazioni e osservando come attuano i loro progetti.
  • Job shadowing e brevi stage introduttivi: consentono di maturare un’esperienza pratica di apprendimento  durante un breve soggiorno presso un’organizzazione partner di un altro paese.

Quali criteri formali si applicano ai progetti di mobilità per operatori giovanili?

  • Partecipanti: devono risiedere nel paese di una delle organizzazioni coinvolte. Numero massimo di partecipanti per progetto: 50 persone (responsabili e moderatori inclusi).
  • Durata: da un minimo di 2 giorni a un massimo di 2 mesi (viaggio escluso). Durata complessiva del progetto (inclusi preparazione e follow-up): 3 - 24 mesi.
  • Luogo: il progetto deve svolgersi in Svizzera (progetto incoming) o nel paese di una delle organizzazioni partecipanti (progetto outgoing).

I criteri qualitativi di ammissibilità sono pubblicati sulla pagina per le candidature.

In che modo Movetia finanzia i progetti di mobilità per operatori giovanili?

  • Forfait di viaggio: CHF 400.–  a persona (per i viaggi dall’estero in Svizzera/per i viaggi dalla Svizzera verso il paese ospitante), CHF 50.– a persona (per i viaggi entro i confini nazionali).
  • Sostegno organizzativo: Paese ospitante Svizzera: CHF 89.– a persona e al giorno; progetto all'estero: tra CHF 400.- e CHF 1000.- (in base alla durata) forfait per spese di soggiorno per meeting e persona.
  • Sostegno per la partecipazione di persone con disabilità (special needs): 100% delle spese reali eleggibili.
  • Spese straordinarie (p.es. visti): Paese ospitante Svizzera: 100% delle spese reali eleggibili; progetto all'estero: nessuna sovvenzione prevista.

 Per maggiori informazioni (elenco completo e note esplicative): panoramica delle sovvenzioni.

Potrebbe interessare anche a voi

Lo scambio giovanile serve!

I progetti di scambio giovanile hanno un forte e molteplice impatto sui giovani partecipanti e sui loro accompagnatori. Una visione pienamente condivisa anche dagli oltre 50 rappresentanti dell’animazione giovanile presenti al nostro evento annuale a Bienne.

Carta: nata nello scambio per lo scambio

Quale vantaggio offre la Carta dello Youth Work? La Carta presenta i valori, gli obiettivi e i principi comuni dello Youth Work in Europa. In qualità di documento di riferimento sottolinea l’importanza sociale dell’animazione giovanile (internazionale) e può essere utilizzata quale insieme di argomenti per i progetti…

Dal mandala creativo al questionario statistico

La valutazione e il riconoscimento dei risultati dell’apprendimento sono elementi fondamentali di uno scambio giovanile. I progetti di mobilità dell’associazione Les Coccinelles (Canton Giura) sono esemplari sotto questo punto di vista. Il suo progetto «SustainaBal» mostra le procedure adottate in tale ottica.

Play to Grow

Il progetto per la gioventù RUMO si sarebbe dovuto svolgere sia online che offline. Ma la pandemia di Covid-19 ha complicato le cose. In tempi di «distanziamento sociale», gli organizzatori e i partecipanti hanno dovuto rivedere la formula e si sono adoperati affinché questo gioco internazionale, con la partecipazione di Kenya, Palestina, Spagna, Brasile e Svizzera, si svolgesse lo stesso, solo online!