I Partenariati strategici sono un tipo di progetto, previsto dal programma Erasmus+. Consentono a istituti attivi nell’ambito dell’educazione scolastica, della formazione professionale, dell'istruzionesuperiore, della formazione degli adulti, nonché dell’animazione giovanile extrascolastica di cooperare con partner europei. Inoltre, offrono la possibilità di sviluppare nuovi approcci formativi e accedere a network internazionali per lo scambio di conoscenze ed esperienze: un vantaggio per l’intero sistema educativo svizzero.

Quali sono gli obiettivi dei Partenariati strategici?

I Partenariati strategici consentono a tutti i livelli di formazione, nonché all'animazione giovanile extrascolastica, di cooperare in Europa. Gli istituti coinvolti sviluppano insieme concetti, metodi e strumenti innovativi, si scambiano esempi di buone pratiche e sfruttano sinergie. I Partenariati strategici contribuiscono  a sviluppare la qualità dell'educazione e a rafforzare le reti internazionali.

Quali sono i tipi di partenariato disponibili?

I Partenariati strategici possono essere di due tipi (Guida al programma Erasmus+):

Partenariati strategici a sostegno dell’innovazione
Si concentrano sullo sviluppo e la diffusione di prodotti innovativi come, per esempio, approcci d’insegnamento, metodi e strumenti. I prodotti sono indicati come realizzazioni intellettuali.

Questo tipo di progetto è aperto a tutti i livelli di formazione, nonché all’animazione giovanile extrascolastica. Sono possibili anche progetti intersettoriali.

Partenariati strategici per lo scambio di buone pratiche
Progetti di questo tipo consentono di promuovere lo scambio di idee, metodi e pratiche, di costruire reti e ampliare la capacità di collaborare a livello transnazionale.

Questo tipo di progetto è aperto agli istituti attivi nell’educazione scolastica, nella formazione professionale, nella formazione degli adulti e nell’animazione giovanile. Si possono realizzare anche progetti intersettoriali.

Per il formato “iniziative giovanili transnazionali” valgono i medesimi criteri dei Partenariati Strategici per lo scambio di buone pratiche. I giovani realizzano un progetto dalla A alla Z.

Come vengono finanziati i Partenariati strategici?

Di norma i progetti di cooperazione sono finanziati con importi forfettari in funzione alle categorie previste dal budget. L’importo totale della sovvenzione è calcolato in base al tipo di progetto, alla durata e alle attività previste. Trovate maggiori informazioni nella tabella dei contributi.

Qual è la durata di un Partenariato strategico?

  • Educazione scolastica, formazione professionale, formazione degli adulti: tra i 12 e 36 mesi
  • Istruzione superiore: tra i 24 e 36 mesi
  • Animazione giovanile extrascolastica: tra i 6 e 36 mesi

Chi può partecipare ai Partenariati strategici?

La partecipazione è aperta agli istituti di formazione, alle organizzazioni senza scopo di lucro/ONG, alle associazioni, agli uffici pubblici o agli istituti culturali. Gli istituti con sede in Svizzera possono scegliere tra due modalità di partecipazione
Drei Personen beugen sich über einen Tisch und arbeiten an einem gemeinsamen Projekt.

Potrebbe interessare anche a voi

#Erasmus500: per una borsa di mobilità davvero europea

La European University Foundation (EUF), la European Students’ Union (ESU) e l’Erasmus Student Network (ESN) lanciano una proposta: una borsa di mobilità di base di 500 euro al mese a partire dal 2021. Un aumento per una maggiore inclusione e semplicità e un forte sostegno agli studenti.

«Università europee»: selezionate 24 nuove alleanze

Lo spazio europeo dell’istruzione superiore si riorganizza: nell’ambito dell’iniziativa per le «università europee» sono state rese note 24 nuove alleanze. Attualmente ci sono complessivamente 41 «università europee» che sono composte da 280 istituti di paesi partecipanti a Erasmus+. La Svizzera non è rappresentata.

Docenti come «change agent» per l’internazionalizzazione

Il 26 giugno 2020, la European Association for International Education EAIE ha organizzato, insieme ai rappresentanti del progetto SUCTIA il webinar «Engaging academic staff in internationalisation». Sono stati analizzati i primi risultati di un recente sondaggio qualitativo in merito all’internazionalizzazione dell’istruzione superiore condotto tra il corpo docente e i rettorati di quindici università europee. I rappresentanti delle diverse università europee hanno inoltre discusso i possibili scenari per un…

Nuove forme di mobilità per lo Swiss-European Mobility Programme (SEMP)

Alla luce della pandemia da Coronavirus, per il nuovo anno accademico le condizioni relative alla promozione della mobilità degli studenti europei sono state rese più flessibili. Alla mobilità fisica tradizionale è stata affiancata quella «blended» e virtuale. La Svizzera si adegua a questa novità.