Il programma svizzero per Erasmus+ è il programma per la collaborazione internazionale in ambito formativo della Svizzera che integra il programma Erasmus+ dell’Unione Europea. Sostiene gli scambi e le cooperazioni tra la Svizzera e i Paesi aderenti a Erasmus+; dal 2023 si sovvenzioneranno progetti anche a livello mondiale.

Programma svizzero per Erasmus+

Erasmus+ è il programma per la formazione, la gioventù e lo sport dell’Unione Europea, nonché uno dei maggiori strumenti al mondo per la promozione dei soggiorni all’estero e la cooperazione istituzionale. L’attuale programmazione viene implementata dal 2021 al 2027. Quello che è iniziato nel 1987 come un programma di mobilità studentesca ha finora arricchito la vita di oltre dieci milioni di partecipanti, influenzando indirettamente la vita di tante altre persone. Scambi, mobilità e cooperazioni consentono di vivere esperienze che lasciano il segno.

Dal 2014, la Svizzera non è più un Paese aderente al programma Erasmus+, bensì un Paese partner. Affinché gli istituti svizzeri possano continuare a collaborare con i Paesi aderenti al programma Erasmus+, il Consiglio federale ha adottato una soluzione finanziata con fondi svizzeri. Il programma svizzero per Erasmus+ finanzia la collaborazione tra le persone e gli istituti della Svizzera con i Paesi aderenti al programma Erasmus+. Per garantire la reciprocità, sono previsti anche dei finanziamenti per agevolare il soggiorno in Svizzera di persone provenienti da Paesi Erasmus+ (incoming). Dal 2023, inoltre, si promuoveranno soggiorni a livello mondiale.

Come Erasmus+, anche il programma svizzero per Erasmus+ trasmette ai/alle partecipanti le competenze necessarie per vivere una vita piena e indipendente, permettendo loro di trovare un posto nella nostra società e sviluppare un senso di identità cosmopolita, a completamento della nostra identità nazionale, regionale e locale. Le esperienze internazionali dei/delle partecipanti e la collaborazione istituzionale portano anche dei vantaggi per la piazza formativa e la competitività della Svizzera.

Livelli di formazione

All’inizio, l’ERASMUS, spesso indicato come «programma di scambio per studenti», era effettivamente limitato unicamente agli studenti e alle studentesse delle scuole universitarie. Oggi le cose sono cambiate: dal 2014 Erasmus+ prevede offerte destinate ai vari livelli di istruzione scolastica, formazione professionale, livello terziario, formazione degli adulti e animazione giovanile extrascolastica. Lo stesso vale per il programma svizzero per Erasmus+ (ad eccezione della formazione della prima infanzia).

Mobilità e cooperazioni

Il programma svizzero per Erasmus+ promuove i progetti di mobilità e la collaborazione istituzionale nell’ambito dei progetti di cooperazione di Erasmus+.

Per promuovere la mobilità ai fini dell'apprendimento, si sovvenzionano soggiorni di studio, attività didattiche, stage ed esperienze lavorative, attività di volontariato o scambi individuali e di gruppo per giovani a livello mondiale. Utilizzando la lista di link, si possono consultare delle informazioni dettagliate sulle condizioni di partecipazione per le mobilità ai fini dell’apprendimento.

La promozione della cooperazione nel programma svizzero per Erasmus+ si concentra sulla collaborazione istituzionale tra istituti di formazione, autorità, partner sociali e organizzazioni giovanili, principalmente con i Paesi aderenti al programma Erasmus+. Gli istituti svizzeri possono continuare a partecipare ad alcuni progetti di cooperazione Erasmus+. Utilizzando la lista di link, si possono consultare delle informazioni aggiuntive.

Erasmus+: oltre 30 Paesi europei

Erasmus+ 2021-2027 coinvolge oltre 30 Paesi: tutti i 27 Stati membri dell’UE, gli Stati AELS/SEE Norvegia, Islanda, Liechtenstein e i tre Paesi candidati all’UE ufficiali Turchia, Macedonia del Nord e Serbia.

Dal 2014, la Svizzera non è più un Paese aderente al programma Erasmus+, bensì un Paese partner. Il Consiglio federale svizzero continua a perseguire l’obiettivo di associarsi al programma di promozione Erasmus+ dell’UE. 

Potrebbe interessare anche a voi

Un anno per sviluppare le competenze più che mai

Il 2023 sarà l'"Anno delle competenze". Questo è quanto ha dichiarato la Commissione europea. L'obiettivo è quello di concentrarsi sulla formazione continua per superare la carenza di personale qualificato. Movetia, che fornisce anche un sostegno finanziario alla formazione degli adulti, accoglie questa iniziativa.

Erstauntes Icon Gesicht mit Fragezeichen-Sprechblase auf violettem Hintergrund

Domande frequenti: Bando progetti di cooperazione internazionale 2023

Qui troverete le risposte alle domande più frequenti sui programmi di finanziamento per i progetti di cooperazione internazionale 2023. Non esitate a contattare direttamente Movetia se avete ulteriori domande o bisogno di ulteriori informazioni.

"L'attrattività di una professione inizia con la formazione"

L'Ospedale universitario di Zurigo (USZ) ha permesso a quattro apprendisti di fare un'esperienza di lavoro all'estero durante la loro formazione nell'ambito di un progetto pilota. Linda Bosson era una di loro ed è tornata con molte esperienze e numerose impressioni.

«How to SEMP»: una guida per il personale degli International Relations Offices

Siete dei/delle nuovi/e collaboratori/trici in un International Relations Office e lavorate con lo Swiss-European Mobility Programme? Conoscete lo SEMP già da tempo, ma un ripasso non guasterebbe? Allora «How to SEMP» fa proprio al caso vostro, perché vi mette a disposizione delle check-list per l’attuazione della mobilità studentesca e del personale, nonché due grafici.