Grande successo per lo stand di Movetia alla Swissdidac di Berna, dove numerosi docenti e direttori scolastici hanno avuto modo di conoscere da vicino le molteplici possibilità di scambio. 

Swissdidac & Worlddidac, la più grande fiera dell’educazione a livello nazionale, era attesa con ansia da docenti, direttori scolastici e personale della formazione professionale: per alcuni è stata un’occasione da vivere in team o per fare networking, per altri una formazione continua o una fonte d’ispirazione. E lo stesso spirito animava i visitatori dello stand di Movetia. 

A far la parte del leone, i colloqui di consulenza personalizzati: opuscoli e sito internet non potranno mai superare il contatto personale e una risposta puntuale alle varie domande relative alla pianificazione di un progetto o al tipo di sovvenzioni disponibili. Un modo efficace per sciogliere i molti dubbi e rispondere alle tante domande. Tra queste, le tre seguenti riassumono i dubbi più frequenti dei responsabili di progetto: 

«Posso pianificare progetti che coinvolgano già gli alunni della scuola elementare?»

Ma certo! Lo scambio linguistico tra classi di diverse regioni linguistiche svizzere è molto utile sin dai primi anni, sia che si tratti d’imparare insieme nella foresta, condurre esperimenti presso il Politecnico federale di Losanna (EPFL) o praticare la lingua tramite videoconferenze. Movetia promuove progetti di vario tipo con sovvenzioni, strumenti tecnici e offerte guidate di programmi.

«Come faccio a trovare una classe partner per mettere in piedi un partenariato a lungo termine?»

Da settembre 2018 è attiva la piattaforma match&move che vi permette di trovare classi partner di altre regioni linguistiche svizzere con pochi clic. Un partenariato duraturo tra due scuole, però, richiede soprattutto l’appoggio delle relative direzioni scolastiche e un accordo di collaborazione. 

«Movetia può finanziare uno scambio bilaterale con una classe partner austriaca?»

Il Programma svizzero per Erasmus+ sostiene la partecipazione delle scuole svizzere ai partenariati tra scuole europee. Una volta trovata una classe partner all’estero, è possibile pianificare insieme un progetto. La scelta d’interessare una o più scuole partner dipende solo dalle scuole coinvolte.

I «caffé esperti» sono stati la piattaforma ideale per offrire consulenze individuali nell’ambito dello scambio di classi e delle formazioni continue internazionali: i docenti si sono scambiati esperienze preziose e conoscenze legate ai vari progetti, utili sia per gli interessati agli scambi sia per chi sta muovendo i primi passi.

Movetia ringrazia di cuore tutti i visitatori intervenuti per l’interesse dimostrato e per gli spunti forniti. Alla prossima Swissdidac!