Olivier Tschopp, direttore di Movetia, accoglie il CUBE del pubblicitario o della pubblicitaria dell’anno. Per quest’anno il CUBE viaggia da un’azienda della Svizzera occidentale all’altra. I riflettori sono ora puntati sull’agenzia nazionale.


La nomination a «pubblicitario o pubblicitaria dell’anno» esiste dal 2018. Il CUBE è stato creato nella Svizzera occidentale dagli operatori della comunicazione e da Victoria Marchand di Cominmag. Tramite il CUBE, chi si aggiudica il titolo di pubblicitario o pubblicitaria dell’anno ha la facoltà di esprimersi per rappresentare gli interessi del settore. Nel 2020, eccezionalmente, ha ottenuto la nomination l’intero settore: questo gli consente di avere maggiore voce in capitolo. Il CUBE è quindi in tournée per un anno intero e fa tappa presso un soggetto diverso ogni settimana. Per questa 31a settimana è Movetia ad accogliere il CUBE a Soletta.

Nell’intervista con Victoria Marchand e Thierry Weber di Cominmag, Olivier Tschopp spiega l’importanza degli scambi per la Svizzera e il suo sistema formativo nonché il ruolo assunto dalla comunicazione per realizzare la visione secondo cui tutti/e i/le giovani dovrebbero partecipare almeno una volta a un’attività di scambio e mobilità durante la loro formazione o il passaggio al mondo del lavoro.