Il nuovo bando del Programma svizzero per Erasmus+ incoraggia a intraprendere nuovamente o portare avanti progetti di scambio e mobilità. In particolare nella formazione scolastica, professionale e degli adulti vengono introdotte novità sostanziali: più scadenze all’anno per presentare le candidature, promozione delle mobilità degli allievi delle scuole o ancora forfait organizzativi per le mobilità incoming. Ai responsabili di progetto viene così consentita una pianificazione ancora più personalizzata, flessibile e variegata dei progetti. Lasciatevi ispirare dalle nuove possibilità e lanciate il vostro progetto!


Movetia inizia il bando 2021 per i progetti di mobilità europei nei settori della formazione scolastica, professionale e degli adulti, nonché dell’animazione giovanile. Mentre per Gioventù in Azione si porterà avanti la consueta formula di promozione, numerose novità ampliano l’offerta di progetti di mobilità negli altri livelli di formazione. Il Programma svizzero per Erasmus+ adotta le novità già note del programma europeo Erasmus+ garantendo così la compatibilità con le sue offerte. Le candidature possono essere presentate da subito e fino all'11 febbraio (Gioventù in azione) e al 1° marzo 2021 (educazione scolastica, formazione professionale e degli adulti).

Più scadenze all’anno

D’ora in poi nella formazione scolastica, professionale e degli adulti saranno disponibili due scadenze all’anno per inoltrare una candidatura. La presenza di più scadenze è invece un elemento consolidato già da tempo per Gioventù in Azione (tre scadenze all’anno). Il bando attuale scade il 1° marzo 2021 (per Gioventù in Azione già l’11 febbraio) e promuove i progetti che inizieranno da giugno 2021. A seguire, dal mese di giugno all'autunno 2021, si potranno presentare le candidature per i progetti che cominceranno nel gennaio 2022. Questa novità consente ai responsabili di progetto di usufruire di una maggiore flessibilità nella pianificazione.

Nuove attività di promozione intersettoriali

Con il bando 2021 vengono introdotte interessanti novità anche per quanto concerne le attività di promozione. Per la formazione scolastica, professionale e degli adulti verrà sostenuta la possibilità di invitare personale specializzato (Invited Experts) proveniente da paesi europei (per un massimo di 30 giorni) e offrire così all’istituto candidato corsi e formazioni continue. Nei settori della formazione scolastica e degli adulti, inoltre, saranno assegnati forfait organizzativi per le mobilità incoming. In questo modo si tiene conto del dispendio amministrativo e del tempo necessario per organizzare il soggiorno degli ospiti e degli istituti ospitanti in Svizzera.

Mobilità individuali e di gruppo di allievi delle scuole

La novità più rivoluzionaria nel settore della formazione scolastica è costituita dalla promozione delle mobilità di allievi delle scuole. Nell’ambito di un progetto di scambio si possono richiedere mobilità di gruppo (della durata massima di 30 giorni) o mobilità individuali (fino a 365 giorni). Per quanto riguarda i gruppi, vengono considerati anche gli accompagnatori; i lavori organizzativi preliminari, inoltre, vengono rimborsati con ulteriori forfait. Questa nuova attività di promozione contribuisce a rafforzare i contatti tra le scuole e a coltivare gli scambi a lungo termine.

Scambi e mobilità in costante cambiamento

Le attività promozionali supplementari favoriscono la collaborazione tra gli istituti svizzeri ed europei e spianano la strada a nuovi progetti di scambio. Anche se al momento la Svizzera non è associata a Erasmus+ (la riassociazione è nell’agenda politica) e l’avvio ufficiale della generazione 2021-2027 di Erasmus+ non è ancora avvenuto, il Programma svizzero segue già sin d’ora gli orientamenti già noti.

Nel gennaio 2021 verrà presumibilmente lanciato il bando per le mobilità nell’istruzione superiore nonché per le cooperazioni in tutti i settori di formazione.