Movetia diventa membro associato di EARLALL, una rete di 12 regioni europee che fanno politiche educative e curano la cooperazione nell’ambito dell’apprendimento continuo.


In molti Paesi europei, le regioni svolgono un ruolo centrale nella formulazione ed attuazione delle politiche educative. Formano il personale docente, definiscono i programmi didattici e di formazione, sostengono l’innovazione nelle scuole e lavorano insieme alle scuole universitarie per risolvere i problemi regionali. La rete «European Association of Regional and Local Authorities for Lifelong Learning» (EARLALL) è un’associazione formata da autorità regionali e locali con competenze nel campo dell’istruzione. EARLALL è stata fondata nel 2001 per promuovere lo scambio di esperienze tra regioni e collaborare insieme a determinati temi. Al momento la rete è composta da 12 membri a pieno titolo provenienti da otto Paesi, tra cui le regioni del Baden-Württemberg in Germania e della Catalogna in Spagna. I gruppi di lavoro si occupano ad esempio della mobilità e dell’integrazione di cittadini di Paesi terzi.

Come agenzia di Confederazione e Cantoni, Movetia ha aderito a EARLALL in qualità di membro associato, uno stato che EARLALL ha introdotto solo questa estate. Insieme a GO! Education of the Flemish Community e Adult Education Borås, Movetia rientra tra le prime tre organizzazioni con questo stato. Per quanto riguarda l’istruzione, sono molti i cantoni svizzeri già inseriti in un confronto internazionale, basti pensare alle reti oltreconfine tipo Oberrhein o TransJurassienne. EARLALL apre a cantoni, scuole e associazioni di categorie svizzere un’ulteriore rete con potenziali organizzazioni partner per le attività di scambio e mobilità. Movetia sfrutterà quest’adesione per scambiarsi informazioni e allacciare contatti tra EARLALL e altri attori svizzeri.

A livello europeo, le autorità regionali e locali saranno sempre più coinvolte nella formulazione delle politiche e verranno sostenute nella partecipazione a progetti di ricerca e formazione. Ne sono un esempio le nuove iniziative d’eccellenza sotto Erasmus+, le Università europee e i Centri di eccellenza professionale. In Svizzera, finora la partecipazione delle autorità cantonali e comunali ai programmi internazionali di Movetia è stata relativamente scarsa. Però in futuro le cose potrebbero cambiare.