Ancora una volta Movetia ha partecipato con un ruolo attivo alla conferenza annuale della European Association for International Education (EAIE), svoltasi dal 28 settembre al 1° ottobre 2021. L’evento ha consentito di coltivare gli scambi con i partner europei, di consolidare i legami e di pensare insieme il futuro della mobilità.


Anche quest’anno, questo importantissimo incontro dell’EAIE si è tenuto completamente online. Grazie allo spazio virtuale appositamente concepito per l’occasione, tuttavia, le persone partecipanti hanno avuto la possibilità di muoversi tra presentazioni e discussioni di gruppo, passando per un «angolo caffè» come se si trattasse di un evento in presenza. Con il vantaggio di poter recuperare le presentazioni perse guardando le registrazioni!

Rafforzare la cooperazione internazionale

Movetia si impegna in modo attivo per lo sviluppo della cooperazione transnazionale all’interno degli istituti di formazione superiore. In occasione di una sessione condotta insieme a colleghi/e svedesi e finlandesi, la responsabile del settore «Istruzione superiore» Amanda Crameri ha dunque illustrato le priorità del gruppo di esperti European Collaborative Programmes, della quale è entrata a far parte in seguito alla sua elezione nel 2020. Questo gruppo, creato in seno all’EAIE, segue l’implementazione di svariati strumenti di internazionalizzazione proposti nell’ambito di Erasmus+ e informa le università e le scuole universitarie sugli ultimi sviluppi nel settore. Si propone inoltre di facilitare lo scambio di buone pratiche e i feedback sulle esperienze.

Conciliare internazionalizzazione e sostenibilità

La Svizzera continua a detenere un ruolo esemplare in tema di promozione della mobilità verde (si veda a tal proposito anche il nostro contributo all’EAIE 2020). Leslie Hansen, responsabile del programma SEMP presso Movetia, ha partecipato a una «ignite session» incentrata su questioni scottanti concernenti l’istruzione superiore e ha abbozzato qualche soluzione per incoraggiare la mobilità verde. In particolare, ha presentato il «Greener Mobility IRO Kit», messo a disposizione delle scuole universitarie da Movetia all’inizio del 2021, e il Green Travel Top-Up. Questo forfait di 100 CHF, introdotto a sua volta quest’anno sul modello dei 50 euro assegnati nell’ambito di Erasmus+, ricompensa gli studenti e le studentesse che effettuano le mobilità utilizzando un mezzo di trasporto sostenibile. Secondo gli ultimi dati comunicati, il 75% degli istituti aderenti al SEMP si appresta a versare questo sussidio ai/alle loro studenti/studentesse. La Svizzera è sicuramente sulla buona strada!