Le visite preparatorie nell'ambito del programma svizzero per Erasmus+ consentono al personale docente di instaurare contatti e di incontrare futuri partner nei paesi aderenti al programma Erasmus+ per preparare un progetto congiunto. La sovvenzione concessa copre le spese di viaggio (CHF 400.–) e di pernottamento (CHF 400.–). Per maggiori dettagli leggere il documento «Criteri di finanziamento».

Per l'esame delle candidature vanno inoltrati i documenti seguenti:


Il dossier completo ci deve pervenire almeno un mese prima dell'inizio della visita: info@movetia.ch

Vogliate inoltre consultare i seguenti documenti:

Potrebbe interessare anche a voi

Interculturalità tra istituti di formazione etiopi e svizzeri

Il progetto YEEP mette in contatto istituti di formazione, insegnanti, studenti e studentesse dall’Etiopia e dalla Svizzera. Gli obiettivi: promuovere le competenze imprenditoriali e l’interculturalità tra studenti e studentesse, nonché la collaborazione internazionale e interdisciplinare tra istituti di formazione.

Aggiornamento sulla Brexit: FAQ

Anche dopo la Brexit è possibile realizzare soggiorni formativi e progetti di cooperazione con il Regno Unito (UK); tuttavia, dall’1.1.2021 sono in vigore nuove disposizioni in materia d’entrata e di soggiorno. Nelle presenti FAQ troverete un riassunto dei regolamenti attualmente in vigore e informazioni su come si…

Alcune scuole universitarie svizzere potranno partecipare al bando progetti 2022 delle «università europee»

Il bando progetti 2022 dell’iniziativa delle «università europee» è aperto ai Paesi aderenti al processo di Bologna, di cui la Svizzera fa parte. La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) assicurerà il finanziamento delle scuole universitarie svizzere che e delle scuole specializzate…

[Translate to Italiano:]

Punti salienti della Swissdidac 2021

A fine novembre ha avuto luogo a Berna per tre giorni la Swissdidac. Alla fiera della formazione non poteva mancare Movetia. Allo stand di Movetia, insegnanti e dirigenti scolastici/che hanno avuto modo di conoscere l’agenzia nazionale degli scambi e della mobilità e le molteplici opportunità di scambio.