Ampliare la propria rete di contatti, ricevere nuovi spunti per il proprio lavoro, consentire ai giovani di vivere esperienze importanti grazie agli incontri tra giovani a livello europeo. Tutto ciò grazie ai vari progetti promossi dalla Gioventù a beneficio di organizzazioni e animatori giovanili.

Competenze e reti di contatto a sostegno dei giovani

Incontri di gruppi di giovani provenienti da vari paesi, incontri per la formazione continua in tutta Europa o progetti di cooperazione transnazionale per lo sviluppo della qualità. Le offerte di Gioventù in Azione mirano a promuovere lo sviluppo personale, il senso di responsabilità, l’apertura interculturale, l’integrazione sociale e la partecipazione attiva dei giovani. Il programma partecipa allo sviluppo della qualità nell’animazione giovanile, rafforza le reti di contatto transnazionali e la dimensione europea dell’animazione giovanile. Inoltre, contribuisce al riconoscimento della formazione non formale e promuove gli sviluppi in materia di gioventù. Nel video i responsabili di progetto spiegano che cosa rappresenta in concreto la Gioventù in Azione.

Cosa fa Movetia?

Movetia sostiene finanziariamente i progetti della Gioventù in Azione (sovvenzioni) oltre a offrire consulenza per organizzazioni e persone che intendono presentare un progetto. Le consulenze possono svolgersi in occasioni di eventi o a livello individuale su appuntamento. Il team Gioventù in Azione, se necessario, fornisce anche un feedback su un avamprogetto.

Finanziando le visite preparatorie si semplifica la costruzione di partenariati transnazionali. Movetia, inoltre, permette alle persone attive nell’ambito dell’animazione giovanile di partecipare a numerosi corsi di formazione continua e networking in tutta Europa. L’ampia offerta comprende attività per la realizzazione di nuove cooperazioni e corsi pratici che insegnano, per esempio, a pianificare un’attività giovanile dalla A alla Z.

Gioventù in Azione è parte del programma europeo per la formazione, la gioventù e lo sport Erasmus+. Dal 2014 la Svizzera non è più associata, tuttavia la Confederazione finanzia dei progetti della soluzione svizzera nel quadro del programma svizzero per Erasmus+.

Quali sono i formati di progetto disponibili?

Con Gioventù in Azione Movetia promuove diversi formati di progetto (Guida Gioventù in Azione): 

Per il formato “iniziative giovanili transnazionali” valgono i medesimi criteri dei Partenariati di cooperazione per lo scambio di buone pratiche. 

Chi può presentare un progetto?

I progetti possono essere presentati da associazioni, associazioni professionali, ONG o uffici pubblici attivi nell’ambito dell’animazione giovanile.

Come procedere?

Approfittando di uno dei tre bandi pubblicati per la presentazione dei progetti. È possibile candidarsi usando il modulo ufficiale.

Il team Gioventù in Azione raccomanda di richiedere una consulenza in qualsiasi momento, garantendo così agli uffici richiedenti la possibilità di ricevere le informazioni giuste per presentare la candidatura nel modo corretto. 

Per saperne di più?

V’interessa partecipare a un progetto di scambio? Richiedete una consulenza a Eurodesk.

Potrebbe interessare anche a voi

swissuniversities: appello per il rientro della Svizzera nel programma Erasmus+

La Conferenza dei rettori delle scuole universitarie svizzere swissuniversities esorta il Consiglio federale a riprendere quanto prima i negoziati con la Commissione europea per garantire la partecipazione delle scuole universitarie svizzere a Erasmus+ 2021-27. L’accesso alle reti, alle opportunità di cooperazione e…

Uno studio conferma il valore aggiunto dei progetti di scambio

In uno studio pionieristico, Movetia ha fatto valutare i progetti di scambio del settore giovanile. I risultati sono evidenti: i progetti di scambio e mobilità hanno una grande rilevanza e un forte impatto su chi vi partecipa e sulle organizzazioni. Sia i giovani che le animatrici e gli animatori giovanili traggono…

Aggiornamento sulla Brexit: FAQ

Anche dopo la Brexit è ancora possibile svolgere soggiorni formativi nel Regno Unito – con nuove disposizioni in materia d’entrata e di soggiorno. Ecco un riepilogo delle nuove regole.

Il Servizio Volontario Europeo, un successo nonostante la pandemia: alcune testimonianze

L’arrivo del COVID-19 in Europa e nel resto del mondo ha fortemente penalizzato gli scambi internazionali. Gran parte dei programmi di mobilità internazionale, pertanto, è stata sospesa, annullata o sostituita da scambi online. Uno dei pochi programmi internazionali finanziati da Movetia che ha continuato a funzionare quasi normalmente nonostante la pandemia è il Servizio Volontario Europeo. Ecco i motivi di questo successo.