Un soggiorno come assistente linguistico è l’ideale per migliorare le proprie conoscenze linguistiche e per maturare esperienza pratica nell’insegnamento. Gli assistenti linguistici insegnano la propria lingua madre, sono immersi nella cultura del paese ospite e migliorano le proprie conoscenze della lingua straniera. La durata del soggiorno può variare tra sei e nove mesi.

Paesi partner

Il programma di assistenza linguistica si svolge in maniera bilaterale con il Belgio, la Germania, la Francia, la Gran Bretagna, l’Austria e la Spagna. Al momento, inoltre, Movetia sta valutando la possibilità di creare un nuovo partenariato con l'Irlanda.

Chi può partecipare?

Movetia colloca studenti, neodiplomati o docenti svizzeri con poca esperienza professionale. Sono ammessi anche docenti con un’esperienza professionale inferiore a tre anni.

I candidati devono essere di lingua madre francese, tedesca o italiana e aver frequentato almeno quattro semestri di studio regolare presso un’università, una scuola universitaria professionale o un’alta scuola pedagogica. 

Sono inoltre necessari una buona cultura generale, buona pronuncia della lingua madre, conoscenze di base in ambito pedagogico e capacità di lavorare in maniera autonoma con mezze classi o gruppi. I partecipanti devono avere un’età compresa tra 20 rispettivamente 21 et 30 anni. In casi particolari (seconda formazione) il limite d’età può essere esteso fino a 35 anni.

Le persone di madrelingua tedesca possono candidarsi per un posto in Gran Bretagna, Francia, Spagna e il Belgio. Le persone di madrelingua francese possono candidarsi come assistenti linguistici per la Gran Bretagna, la Germania, l’Austria e la Spagna. Chi, invece, è di madrelingua italiana può candidarsi per un posto in Austria o in Francia. Attualmente viene anche valutata la possibilità di assistentati linguistici in Irlanda.

Come procedere?

Gli interessati possono inviare il proprio dossier di candidatura. Le domande saranno poi valutate sulla base della documentazione presentata. Se lo ritiene necessario, Movetia può invitare il candidato a un colloquio che, di norma, ha luogo tra febbraio e aprile. 

Tassa amministrativa

La tassa amministrativa ammonta a CHF 150.- ed è riscossa da Movetia dopo l’ammissione definitiva al programma.

Salario

Gli assistenti linguistici ricevono un salario mensile il cui importo dipende dal paese ospite.

Scadenze per l’anno scolastico 2021/22

Tutte le scadenze sono scadute.


I termini d’iscrizione per l’anno scolastico 2021/22 sono scaduti. Le nuove scadenze per l’anno 2022/23 saranno pubblicate ad ottobre. I formulari attualmente pubblicati saranno sostituiti da una nuova piattaforma informatica.

Documenti

Links

Contatto

E-mail
+41 (0)32 462 00 72

Potrebbe interessare anche a voi

Treffpunkt Échanges – junge Erwachsene berichten von ihrem Auslandaufenthalt

Am 18. Mai trafen sich 17 junge Erwachsene mit unterschiedlichen Hintergründen, die im Rahmen eines Movetia-Programmes eine Mobilität in Europa gemacht haben, um sich zu ihren Erfahrungen auszutauschen. Welche Rückmeldungen haben sie und von welchen Erkenntnissen können sie berichten?

Le français est la langue la plus demandée en Ecosse

Son Master en poche, Veronica Queijas a été engagée en tant qu’assistante de français à Edinbourg pour l’année scolaire 2020/21. Grâce à cette expérience unique, elle a développé ses compétences pédagogiques pour sa future carrière d’enseignante. Elle nous raconte son quotidien écossais et donne des conseils pour les futurs assistantes et assistants de langue.

Stanziamento di nuove sovvenzioni per le assistenze linguistiche

A partire dal prossimo anno scolastico, Movetia contribuirà ai costi salariali degli assistenti linguistici con 8 000 franchi a persona e per anno scolastico. Gli assistenti linguistici, con argomenti di attualità e materiali autentici del loro paese d’origine, costruiscono ponti con l’universo delle allieve e degli…

Inizio dell’anno scolastico degli assistenti linguistici: grande entusiasmo nelle scuole ospitanti!

79 giovani insegnanti di diverse nazioni lavorano dall’inizio dell’anno scolastico presso le scuole ospitanti della Svizzera e del Liechtenstein, portando un pizzico della cultura del proprio paese d’origine direttamente in aula. Nonostante il coronavirus, l’offerta gode di crescente popolarità.